CORSO | Rockabilly Jive - BOOGIE MILANO

PALESTRA "GINNASTICA TICINESE" | Viale Giovanni da Cermenate 56/A, Milano

PALESTRA "GINNASTICA TICINESE" | Viale Giovanni da...
Lunedì - dal 28 settembre 2020
21:30 - 22:20 | sala 2 | Rockabilly Jive Beginner | Istruttori: Matteo & Dea
 

N.B. : le lezioni saranno sospese in tutte le festività nazionali e nel periodo natalizio.


 

MAGGIORI INFORMAZIONI

ISCRIZIONE CORSI ASD BOOGIE MILANO - SEDE GINNASTICA TICINESE
Per l'iscrizione è necessario compilare il modulo "domanda tesseramento" scaricabile online e versare la relativa quota annuale di 20 euro + la quota di contributo didattico di 100 euro a trimestre.
Pagamento con bonifico a favore di ASD Boogiemilano - IBAN IT63L0306909606100000075368
 
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ED IN COPPIA
Per informazioni e prenotazioni scrivete a: [email protected]

Il corso di Rockabilly Jive è organizzato in tre trimestri: livello base, intermedio e avanzato. 
Un solo anno per imparare le basi con le quali poter ballare e divertirsi. Per chi poi vorrà continuare e perfezionare il ritmo, lo stile, la musicalità e aggiungere altre figure e variazioni al proprio ballo, potrà partecipare a stage che saranno periodicamente proposti.

ROCKABILLY JIVE - LE ORIGINI

ROCKABILLY JIVE - LE ORIGINI

Il Rockabilly, il primo tra gli stili del Rock and Roll, è un genere musicale che si sviluppa all’inizio degli anni ‘50 nel sud degli Stati Uniti.

Chitarra elettrica e semiacustica, basso e batteria sono gli strumenti principali di questo stile che fonde le sonorità blues e R&B, caratteristiche della “black music”, con l’hillbilly, musica country degli anni ‘30 e ‘40. Il risultato è un concentrato di energia caratterizzata da una forte componente ritmica in grado di coinvolgere il pubblico in danze scatenate.
 

Il Rockabilly Jive rompe così gli schemi dei tecnicismi tipici dello Swing e del Boogie Woogie per dare spazio al divertimento. Il cavaliere guida la sua dama in evoluzioni e salti; le braccia sembrano quasi “scuotere e ruotare”; le gambe molleggiate e i piedi ben saldi a terra accompagnano la coppia in tutti i loro movimenti.


La moda è ormai cambiata, c’è più libertà e voglia di divertirsi: non ci si ritrova più nelle sale da ballo, ma per strada o negli scantinati; i ragazzi indossano jeans e pian piano si materializzano come per incanto le prime pin up che svincolano la donna dai canoni di bellezza classici.


Ma tutto ciò è destinato a esaurirsi in pochi anni. La cultura Rockabilly lascia così gli anni ‘50 per tornare di moda verso la metà degli anni ‘70 e radicarsi come una sottocultura vera e propria, tuttora esistente.